Tra templates, HTML ed altre parole marziane

diario di bordo

Tra templates, HTML ed altre parole marziane

Templates, dimensioni, didascalie, Html: avventurarmi nel mondo del blog ha significato per me mettermi in viaggio verso un mondo di parole nuove, concetti sconosciuti, strutture di scrittura di cui ignoravo perfino l’esistenza.

Intendiamoci: non mi passa neppure per la mente di aggiungermi ai tantissimi e alle tantissime che scrivono su Internet come si fa ad aprire un blog: non ne ho le capacità e neppure mi sogno di poterle avere mai.

Però, per me, il viaggio verso questo nuovo mondo è stato davvero come prendere una navicella per Marte.

Templates, Html, dimensioni, didascalie
https://www.youtube.com/watch?v=FXWuIWms9XQ

E si sa: chi viaggia ha sempre voglia di far vedere le sue foto…

anche se qui si tratta di raccontare, appunto, del (primo) viaggio tra parole come templates, HTML, ed altri “inganni”: perché per riuscire ad ottenere quel che volevo ho dovuto fare salti mortali!

Dunque, partenza.

E primo scontro con le nuove parole.

Metti su internet la sequenza “aprire un blog gratuito”.
Template html dimensioni didascalie

Saltati i primi annunci, quelli a pagamento che è meglio non fidarsi, di solito (o almeno così ti sembra di avere imparato) arrivi al mitico Salvatore Aranzulla, quello che ti tira fuori dai guai tecnologici praticamente sempre.

E lo sai, che lui di solito ha ragione.

Ma non vuoi dargliela vinta, non subito almeno: quindi lo salti e continui la tua ricerca.

Ecco! Hai trovato un bel servizio di Google, Blogger si chiama, e sembra abbastanza intuitivo – quello che serve a te.

Entri, fai clic su “nuovo blog”.

E il viaggio inizia davvero: scegli un template, ti dice la maschera.

Ossia?

Beh, ti dice il cervello dopo poco, significa che il sito non devi disegnartelo tu, ci ha già pensato qualcun altro, a farlo.

Ossia, loro ti danno una base – appunto il template – e tu puoi personalizzarla.

Templates  html dimensioni didascalie
Wodden templates…
Ok, va bene. L’hai trovato, il template che ti piace.

E poiché non sai ancora cosa ti aspetta quando cercherai di scrivere davvero – che è il motivo per cui ha preso la fatidica decisione – cerchi una foto in cui non sembri proprio scema per il tuo profilo, provi ad aggiustare il carattere (ossia, il font) con cui scriverai  e via! .

Si scrive!

E, naturalmente, si mettono foto, anche perché ti hanno detto che le foto servono per rendere la lettura più accattivante, e dunque…

Ma qui comincia il problema: con le dimensioni, le didascalie e perfino con il posizionamento dell’immagine rispetto al testo… non funziona niente!!

Le foto te le ritrovi tutte capovolte, e le didascalie, peste se riesci a farne tre con lo stesso carattere.
Templates html dimensioni didascalie

E così – pian piano ma inesorabilmente – scopri che, sì, c’è un modo per far fare a quel che stai scrivendo quello che vuoi tu.

Ma per farlo devi dare istruzioni al tuo blog, e lui capisce solo l’HTML.
E cioè?
giovannavernarecci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: