Racconti

A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori.
E le forme.
E le note.
E le emozioni.
(Alessandro Baricco)

Non ho mai pensato di scrivere un romanzo, perché io stessa, i romanzi, non amo davvero leggerli.

Con le dovute eccezioni, infatti, quasi sempre i romanzi mi sembrano troppo lunghi, troppo complessi.

E quindi in qualche modo “pericolosi” per i personaggi, che continuano a correre il rischio di dover restare in secondo piano, sacrificati al racconto nel suo insieme.

Mi piacciono, invece, le storie: purché brevi abbastanza per lasciare che le emozioni – con i colori, le forme. i suoni che portano con sé – scrivano il vero finale.

Per questo mi piace raccontarle: perché mi sembrano un bel modo per stare in contatto con chi, leggendole, aiuta loro e me ad arrivare alla pagina che non ne ha altre dopo.

Ma non è mai la fine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: