Incontro con Secondina Marafini e Rosa Tomei

Incontro con Secondina Marafini e Rosa Tomei

Avvicinandoci al settantesimo anniversario della morte di Trilussa ricordiamo la sua compagna Rosa Tomei con Secondina Marafini, autrice di due libri su Rosa, il suo amore con Trilussa, la sua poesia,

Copertina precedente episodio su Rosa Tomei

L’ho trovata su Facebook, la prof.

Secondina Marafini

Secondina Marafini

quando quasi casualmente ho appreso dell’esistenza di

Rosa Tomei, compagna di Trilussa.

immagine: www.liritv.it

e lei ha accettato gentilmente l’invito di Radio 21 aprile Web.

Su Rosa, il suo rapporto con Trilussa e soprattutto le sue poesie,

Secondina Marafini

ha scritto due libri:

“Rosa Tomei. La storia vera e le poesie della donna di Trilussa”

per le Edizioni Aracne e 

“Trilussa, Rosa Tomei e Lo Studio. La poesia, la vita, l’amore”

per Gangemi.

Il secondo libro di Secondina Marafini su Rosa Tomei

E in questa intervista, nella

puntata numero 100 di Radio 21 aprile Web,

ci racconta un po’ della vita di Rosa, e ci legge alcune sue poesie.

Rosa Tomei museo di Trastevere

Rosa Tomei

era nata nel 1916 a Cori – dove anche è nata la prof. Secondina Marafini – ed era arrivata a Roma su accorato suggerimento della zia, che voleva supportare la nipote ed il suo desiderio di diventare un’attrice.

Fu questa zia a far conoscere Rosa e Trilussa; il poeta inizialmente la indirizzò a Petrolini.

Poi, non possiamo sapere esattamente perché, Rosa si trasferì a casa di Trilussa, e non se ne allontanò se non dopo la morte del poeta, quando ne fu di fatto sfrattata.

“Non possiamo sapere esattamente perché”

è la chiave di lettura del rapporto tra Trilussa e Rosa Tomei che

Secondina Marafini

molto saggiamente suggerisce.

La lunga vita di Trilussa – nato nel 1871 e morto il 21 dicembre del 1950 –  attraversò infatti periodi in cui la valenza sociale della convivenza non era certo accettata, e

lasciare che Rosa fosse chiamata la sua governante

Rosa Tomei fa la governante

fu in realtà il solo modo possibile per tutelarla.

Marafini ci aiuta a comprendere questa

scelta di una coppia

che difficilmente sarebbe stata accettata, e forse anche oggi desterebbe qualche non desiderata curiosità:

Trilussa e Rosa avevano 45 anni di differenza e Rosa era una bella donna per di più intelligente…

Trilussa il compagno di Rosa Tomei

Ma l’importanza del lavoro di

Secondina Marafini

su

Rosa Tomei

si dimostra nella parte in cui i suoi libri parlano della

poetica

di Rosa.

Secondina Marafini firmacopie

Una poetica ancora poco conosciuta, che non fu mai pedissequa sequela del maestro, ma vero dialogo con lui, ed originale espressione di un’identità fortissima, anche se volutamente nascosta, per amore.

I tempi sono forse pronti, dice

Secondina Marafini

per permettere una vera restituzione a Roma e all’Italia di 

Rosaria Tomei detta da Trilussa Rosa:

non solo per curiosità nei confronti della donna amata da Trilussa, ma invece e soprattutto, come la

donna che scrisse bellissime poesie

e che

amò Trilussa

al punto di sacrificare alla società di quei tempi il suo

sacrosanto diritto ad essere conosciuta ed apprezzata

per quel moltissimo che valeva.

Ascoltate l’audiopuntata su Radio 21 Aprile Web a questo link https://www.spreaker.com/episode/42570753

e guardate l’intera intervista sul nostro Canale YouTube a questo link: https://youtu.be/Nk9OhkqZbso.

Il video dell’estratto dell’intervista è disponibile su IGTV a questo link: https://www.instagram.com/p/CI_KhgbIZfb/

giovannavernarecci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: